La Lega ce l’aveva duro



Umberto Bossi ha capito già da tempo che gli elettori del Pdl non sono affatto soddisfatti dell’operato del Governo. Per questo ieri a Pontida ha cercato quantomeno di ridare speranze ai sostenitori della Lega. Il popolo della Padania però sicuramente avrebbe voluto sentire il proprio leader più deciso e determinato, diciamo più “incazzato” come ai bei tempi. Ma Bossi si è trovato nella scomoda posizione di difendere Berlusconi e l’alleanza di governo e nello stesso tempo di sfidare lo stesso Premier per non perdere proseliti. Così se da un lato il capo delle camicie verdi ha dato un debole ultimatum al Cavaliere, chiedendo un cambio di rotta risoluto nell’azione governativa, dall’altro ha dovuto ammettere a denti stretti che per non fare cadere il Paese in mano al centrosinistra è costretto a mantenere in vita questa maggioranza. Ma i toni troppo moderati non sono graditi ai manifestanti della Lega che già ieri inneggiavano alla secessione sovrapponendosi alle stesse parole di Bossi.
Non c’è dubbio che, a prescindere dall’ottimismo di facciata di Berlusconi, il governo è nettamente in difficoltà. Le sberle prese con i risultati delle amministrative e del referendum lo hanno indebolito ulteriormente. La lega, finora sempre in ascesa nei consensi, rischia di essere frenata dall’effetto domino e Bossi mette a repentaglio la sua leadership.
A questo punto la riforma fiscale richiesta da più parti dovrà essere veramente di qualità e soprattutto dovrà accontentare tutti: in primo luogo i partiti di maggioranza ma anche opposizione e parti sociali. Soprattutto dovrà ridare ossigeno e speranza alla nostra economia e alle nostre tasche. Meno tasse e più agevolazioni e incentivi alle piccole imprese. Conciliare tutto diventa veramente arduo. Col debito pubblico che ci ritroviamo appare impossibile diminuire la pressione fiscale. Quindi bisogna tagliare ulteriormente la spesa pubblica. L’augurio è che siano presi di mira sprechi, privilegi e costi della politica. E non, come spesso accade, ricerca, innovazione e cultura.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Personaggi, Politica, Società

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...