Attraverso


 

Pubblicato su 2duerighe il 28/05/2009

 

di Salvo Longo

 

 

Esce il libro d’esordio della poetessa Isabella Amico. Versi intensi che raccontano le emozioni di una donna innamorata della vita

 

 

 

 

Versi molto intensi, comunicativi, pieni di calore. Presentato ufficialmente “Attraverso” il primo libro di poesie della scrittrice catanese Isabella Amico. Trenta poesie pubblicate da Aletti Editore con foto di Cinzia Catanzaro. L’autrice, nata a Catania nel 1968, vive ad Acireale e collabora con diversi periodici. Nel 1995 vince il concorso di poesie a tema libero “Città di Acireale”.

Dalla sua raccolta poetica emerge una spiccata sensibilità  e la forza prorompente della voglia di relazionarsi con il mondo che ci circonda. Parole capaci di evocare immagini, sentimenti espressi in alcuni componimenti con rabbia e ribellione, in altri con distaccato dolore.

In che periodo ha scritto le poesie pubblicate?
”Il periodo è molto vasto. Nel libro ho inserito, in ordine sparso ma non casuale, poesie scritte in epoca molto giovanile, infatti il linguaggio è molto più duro e severo, forse ribelle, e poesie scritte più avanti nel tempo. Qualcuna è stata composta proprio qualche giorno prima della chiusura del contratto con la casa editrice”.

Quando ha iniziato a scrivere poesie?
”Ho cominciato a 15 anni. Piccoli componimenti, secondo me, di scarso valore. Forse solo un puro esercizio linguistico”.

Quali sono le sue fonti d’ispirazione, cosa la porta a scrivere?
”La risposta sembrerà ovvia e banale, ma le mie fonti sono qualsiasi cosa mi circondi e mi faccia suscitare un sentimento, un sussulto della mente, un nuovo modo di percepire la Natura. Chiaramente anche le persone, che hanno incrociato la mia vita, sono state fonti preziose. L’oggetto della mia ispirazione deve lasciare un segno indelebile nella mia lucida fantasia.

Quali sono le sue letture preferite?
”Il mio sogno ricorrente è restare chiusa in una libreria. Leggerei qualsiasi cosa, tranne l’horror. Comunque, recentemente ho letto Zafron con “L’Ombra del vento”, Matilde Asensi con “L’Ultimo Catone”, Falcones con “La Cattedrale del Mare”,  “L’eleganza del riccio”, i romanzi di Dan Brown, quelli di Camilleri, alcuni della Mazzantini, “Il Cacciatore di Aquiloni”. Adoro anche i romanzi storici, la storia delle dinastie”.

Cosa vuol dire con il titolo Attraverso?
”Ho sfruttato la multipla valenza del termine “attraverso” accostando anche una foto che ne esplica il significato. Attraverso: come di chi fende e oltrepassa gli stati d’animo. Attraverso: come chi, per mezzo di uno strumento, può vedere oltre le forme regolari e precise delle cose”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Archivio articoli, Cultura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...